Andrea Long Chu

Femmine

13,00 11,05

La decisione di comprarsi una vagina e la rilettura di un testo dimenticato di Valerie Solanas sono all’origine di una riflessione teorica e filosofica su genere, identità e transizione, a partire da un presupposto teoricamente sovversivo: tutti gli esseri umani sono femmine, anche – specialmente – se non sono donne. In un flusso di coscienza che racconta il confronto personale e politico con la psicanalisi, la pratica artistica, la pornografia, la medicina, le incarnazioni dell’identità nell’era di YouTube, Andrea Long Chu offre uno sguardo profondo e radicale sulle forme e le deformazioni del desiderio nella realtà contemporanea.

Andrea Long Chu, autrice e critica, è dottoranda in Letteratura Comparata alla New York University. I suoi saggi «On Liking Women» e «My New Vagina Won’t Make Me Happy», pubblicati da n+1 e New York Times, hanno provocato un acceso dibattito e inaugurato un nuovo approccio teorico-politico alla transizione di genere.

Andrea Long Chu ha lanciato la seconda ondata dei trans studies.
Sandy Stone

Chu sfida le posizioni più ideologiche della comunità trans per fare spazio a una diversità di esperienze.
Slate

Per la scrittrice di Brooklyn, il linguaggio rigido che circonda il genere ha il respiro intellettuale di un gabinetto pubblico.
Vice

  • 11 x 17 cm
  • 116
  • ITA
  • 2020
  • 978-88-8056-077-7